A caccia di spiagge in Costa Verde, Spagna

spiagge

Un susseguirsi di alte scogliere e di spiagge selvagge, davanti a noi l’oceano che scandisce lo scorrere del tempo con il rumore delle sue onde maestose, siamo in Costa Verde, nella Spagna nord-occidentale.

(Cliccando sul riquadro in alto a destra è possibile ingrandire la mappa e avere maggiori dettagli)

La Costa Verde

Questa regione, situata a ovest dei Paesi Baschi e a nord del Portogallo, comprende la Galicia, il Principato delle Asturie e la Cantabria. Pablo, un amico camperista conosciuto in questi giorni, ci ha spiegato come in Galicia il clima sia differente rispetto all’idea comune che si ha della Spagna con il sole e le alte temperature dell’Andalucia, così come la popolazione, «qui non si balla il flamenco» sottolinea, «la Costa Verde è più simile all’Irlanda dove sono andato quest’estate in vacanza perché nel sud della Spagna fa troppo caldo per me». In questa regione il tempo è molto variabile, piove spesso, infatti il suo nome deriva proprio dal colore della vegetazione circostante molto rigogliosa e verde anche in autunno. Sulle colline dell’entroterra si producono molti vini, soprattutto bianchi, uno dei piatti tipici è il Percebes, un crostaceo che si trova sugli scogli insieme alle cozze e l’empanada gallega, una torta salata ripiena di carne, pesce o verdure.

spiagge

Le spiagge della Costa Verde a causa del clima e della temperatura dell’acqua sono meno affollate e visitate, ma regalano scenari unici e viste sull’oceano mozzafiato, soprattutto per chi come noi ama la natura selvaggia. Inizialmente leggendo in Internet abbiamo selezionato alcune spiagge, ma il giorno seguente durante il nostro viaggio ci siamo lasciati guidare dai numerosi cartelli disseminati lungo la strada, abbiamo percorso diversi sentieri di campagna in camper e a piedi per raggiungere numerose spiagge, non possiamo elencarle tutte ma cercheremo di mostrarvi le più belle.

Playa de la Arnía

Playa de la Arnía si trova vicino alla città di Santander, una spettacolare distesa sabbiosa incastonata tra rocce calcaree, piccole isolette e una pavimentazione rocciosa molto caratteristica, un’assoluta opera d’arte della natura scolpita nel tempo dalle onde e dagli agenti atmosferici, una spiaggia isolata ma imperdibile che può essere tranquillamente raggiunta in macchina o in camper percorrendo una piccola strada tra i pascoli.

spiagge

spiagge

Playa de Gulpiyuri

Le acque della playa de Gulpiyuri, forse sono meno limpide delle altre, ma di sicuro questa spiaggia merita una visita perché è la più piccola d’Europa, lunga appena 40 metri. Le acque oceaniche provenienti dalla vicina Baia di Biscaglia raggiungono questa spiaggia attraverso i tunnels sotterranei che percorrono la scogliera, creati dalle erosioni carsiche, rendendola unica al mondo vista la sua posizione, situata nell’entroterra a 100 metri circa dalla costa tra i campi delle Asturie.

spiagge

Bufones de Pría

Ripartiamo con il nostro camper, questa volta destinazione Bufones de Pría, parcheggiamo e ci incamminiamo lungo il sentiero per raggiungere la costa, dietro di noi le montagne in lontananza, davanti l’oceano che con le sue onde ha scavato anche qui dei tunnels nella scogliera creando uno spettacolo davvero unico, infatti durante l’alta marea le onde risalgono questi canali facendo fuoriuscire dei potenti getti d’acqua dal suolo, è impressionante il frastuono che si crea soprattutto quando le onde scendono verso il basso.

spiagge

Praia das Catedrais e Praia de Lóngara

Altre due spiagge imperdibili sono Praia das Catedrais e Praia de Lóngara che si trovano lungo la strada vicino a comodi parcheggi dove è possibile passare la notte in compagnia di camperisti e surfisti spagnoli (le prime due spiagge nel video). Qui le immagini parlano da sole, lunghe spiagge circondate da alte scogliere modellate anch’esse dal tempo e dalle onde che hanno creato degli archi, delle colonne e delle grotte tra le quali è possibile camminare immaginando di essere quasi lungo la navata di una cattedrale, da qui il nome appunto della prima spiaggia, opere architettoniche che si possono ammirare meglio durante la bassa marea.

spiagge

Praia de Esteiro 

La nostra corsa tra le spiagge della Costa Verde è terminata a Praia de Esteiro che è diventata il nostro giardino per qualche giorno dove, per festeggiare il compleanno di Simone e i nostri 100 giorni di viaggio e vita in camper (scopri il nostro viaggio in Europa), Martina ha preparato il tiramisù. 

spiagge

spiagge

Dal parcheggio partono numerosi percorsi tra cui quello suggerito dal nostro amico Pablo, che attraversa un fiume e si inerpica su per la scogliera fino ad arrivare dopo 4 km al Mejor Banco del Mundo, un luogo da cui si possono ammirare le scogliere a picco sul mare e la potenza delle onde seduti appunto sul miglior “banco” (panchina) del mondo.

spiagge

Di questi giorni ci sono molte sensazioni da mettere nella valigia dei ricordi come la vista delle spiagge incorniciate tra gli scogli, il forte rumore delle onde, l’odore delle alghe che i contadini stendono sulla sabbia a essiccare, il merluzzo gratinato che si scioglie in bocca e la sabbia portata dal vento che graffia il nostro viso.

spiagge

Questo articolo è stato interessante? Non tenerlo per te, condividilo con i tuoi amici e iscriviti al nostro blog per rimanere aggiornato con i prossimi articoli!!!

Lascia un commento