Capo Nord in camper, fino alla fine dell’Europa

Capo Nord

 

Capo Nord in camper: stanchi ma carichi di soddisfazione e felicità… E’ così che ci siamo sentiti dopo esserci spinti fino alla fine dell’Europa: Capo Nord!!! Una tappa importante per noi, infatti è sempre stato un sogno, un miraggio lontano che più volte abbiamo fantasticato di raggiungere con diversi mezzi e alla fine l’abbiamo inserito come una delle tappe fondamentali del nostro viaggio in Europa.

Siamo partiti dicendo: «Proviamo e vediamo come va, prendiamola come una prova personale e di coppia», arrivare quindi a Capo Nord dopo 41 giorni e 5300 km di viaggio con la voglia di continuare questa avventura, ci fa capire che forse questa sfida l’abbiamo già un po’ vinta.

Capo Nord in camper

Attraversato il confine con la Finlandia a Karigasniemi, veniamo subito catturati dalla bellezza del paesaggio, continui sali e scendi circondati da boschi via via sempre meno fitti fino ad arrivare ai primi fiordi; guidando verso nord, i piccoli villaggi di pescatori si susseguono come le dolci curve della strada che segue la forma del fiordo e finisce con l’entrata nel tunnel sottomarino lungo 6 km.

Il paesaggio cambia notevolmente quando si inizia a salire il passo di montagna verso Capo Nord dove la tundra, con le sue verdi e rocciose praterie, domina incontrastata.

Capo Nord

Arrivo a Capo Nord in camper

Sempre più emozionati, dopo quasi due ore di strada, vediamo finalmente in lontananza la cupola bianca dell’osservatorio di Capo Nord, parcheggiamo il camper a 7 km dall’ingresso e ci avviamo a piedi per goderci fino in fondo gli ultimi ripidi sali e scendi che ci porteranno sul tetto d’Europa. Dopo circa un’ora e mezza, finalmente arriviamo sotto il mappamondo più conosciuto al mondo, illuminato da un sole che non si trova tutti i giorni a queste latitudini.

(Cliccando sul riquadro in alto a destra è possibile ingrandire la mappa e avere maggiori dettagli)

Capo Nord

Capo Nord in camperQuesto 15 agosto di sicuro non lo scorderemo mai, come la sensazione di pura libertà che si prova affacciandosi dalla scogliera, ed è bello vedere come un luogo possa attirare tanti viaggiatori che in diversi modi hanno voluto raggiungere questa meta: camperisti e motociclisti da tutta Europa, tante persone in bicicletta tra cui una coppia partita quattro mesi fa da Barcellona accompagnata dal proprio cane, diverse persone  a piedi, un padre dalla Francia con i figli nel sidecar e il mitico signore partito dalla Svizzera con un camper un po’ particolare con velocità massima di 17 km/h, incontrato a pochi km da Capo Nord dopo 75 giorni di viaggio.

Tante storie diverse  ma tutti con la stessa voglia di viaggiare, conoscere, condividere e scoprire.

Knivskjellodden: il vero capo nord

Rientrando al camper accompagnati dal forte vento che nel frattempo si era alzato, decidiamo, viste le previsioni del tempo, di raggiungere anche Knivskjellodden, il vero punto più alto d’Europa, il giorno seguente percorriamo quindi i 9,5 km che ci porteranno a 71°11’084” di latitudine.

Il sentiero segnalato da piccole piramidi di sassi inizia proprio nel parcheggio dove abbiamo passato la notte e si presenta fin dall’inizio caratterizzato a tratti da un terreno fangoso, intervallato da grossi massi e pietre affilate, bisogna guardare a ogni passo dove si mettono i piedi ma questo non ci impedisce di ammirare gli splendidi laghetti, le innumerevoli renne che incontriamo e il mare che ogni tanto appare in lontananza incorniciato da altissime scogliere.

L’ultima parte di cammino, quando ormai pensiamo di essere arrivati, è la più difficile da percorrere poiché per quasi un’ora si cammina su pietre inclinate bagnate o ricoperte di fango, ma ormai si vede la meta e finalmente dopo 3 ore e 40 minuti eccoci di fronte alla piccola statua che rappresenta veramente il punto più a nord d’Europa e da qui abbiamo potuto ammirare l’altro Capo Nord dal basso.

Capo Nord in camper

Capo Nord

Nonostante il vento, il freddo e la fatica, la gioia e la soddisfazione per aver raggiunto questo punto poco conosciuto e poco visitato hanno prevalso rendendo anche questa giornata indimenticabile; emozionati e con le mani un po’ tremanti abbiamo messo le nostre firme nel registro che certifica il passaggio dei viaggiatori sul tetto dell’Europa.

Capo Nord in camper

Consigli utili

Il parcheggio a 7 km da Capo Nord è gratuito e si può sostare liberamente (coordinate: link), da qui potete raggiungerlo a piedi o in bici evitando così di pagare l’entrata (550 corone norvegesi per due persone e un camper). Inoltre, sempre da qui parte il sentiero di 9,5 km che conduce al vero Capo Nord, Knivskjellodden, ed è facilmente individuabile grazie a delle piccole piramidi di sassi e a dalle “T” rosse scritte sui massi. Ricordiamo, infine, che il tunnel sottomarino lungo 6 km che permette di raggiungere l’isola di Capo Nord è gratuito dal 2012. 

Link al video sul nostro canale YouTube!!!

Iscriviti al canale cliccando questo link: https://www.youtube.com/channel/UCxPjB4COz1okYxyNDGVYKrg?sub_confirmation=1

 

Questo articolo è stato interessante? Non tenerlo per te, condividilo con i tuoi amici e iscriviti al nostro blog per rimanere aggiornato con i prossimi articoli!!!

4 risposte a “Capo Nord in camper, fino alla fine dell’Europa”

  1. sabrina de lazzaro dice: Rispondi

    Stupendo! Ragazzi ci fate sognare😘
    Quante sono 550 corone in euro?

    1. Simone e Martina dice: Rispondi

      Grazie a voi lettori del vostro sostegno… siamo contenti di condividere le nostre avventure e di suscitare emozioni positive 🙂 Sono quasi 60 euro e nel nostro budget di viaggio sarebbero stati davvero troppi. Nonostante il freddo e il forte vento, a prescindere dal prezzo, pensiamo sia veramente un luogo che valga la pena di percorrere a piedi per gustarsi ancora di più l’arrivo 🙂

  2. Stupendo Ragazzi , mi avete invogliato possibile farlo in un gruppo ? Siamo amanti della natura e della vita in Camper , grazie della vostra gentilezza
    Beatrice e Luigi

    1. Simone e Martina dice: Rispondi

      Grazie Beatrice e Luigi, siamo contenti se vi abbiamo invogliato a partire. Chi lo sa, magari la prossima estate ritorniamo in Norvegia (è tra le nostre idee) e quindi potremmo organizzare un viaggio di gruppo! Intanto se volete iscrivetevi al nostro canale YouTube per conoscerci meglio e viaggiare con noi 🙂 https://www.youtube.com/channel/UCxPjB4COz1okYxyNDGVYKrg

Lascia un commento