Inusuale città: la Rock City di Adrspach

Inusuale città: la Rock City di Adrspach

La seconda tappa del nostro viaggio ci porta ad Adrspach, in Repubblica Ceca alla Rock City, un parco naturale costituito da formazioni rocciose di pietra arenaria alte circa cento metri che hanno assunto nel corso dei secoli la forma allungata e appuntita che le caratterizza grazie alla loro esposizione agli agenti atmosferici e alle glaciazioni. La conoscenza di questa zona è stata per molto tempo limitata fino a quando nel 1824 un grande incendio ha scoperto le rocce e ha reso più accessibile il passaggio tra esse; è ancora possibile trovare sulle pareti rocciose le scritte dei primi turisti che hanno visitato la zona e hanno dato il nome alle rocce che presentano le forme più singolari.

rock city

La Rock city 

Quasi per sbaglio qualche giorno prima della nostra partenza navigando in Internet abbiamo trovato la Rock City e guardando un po’ di foto abbiamo subito capito che era una di quelle meraviglie che volevamo vedere nel nostro viaggio in giro per l’Europa e che non potevamo assolutamente perdere. Già percorrendo la strada per il campeggio scelto per la notte abbiamo costeggiato il parco intravedendo alcune rocce e l’entusiasmo per l’imminente visita è ulteriormente aumentato, tanto da farci sbagliare il luogo in cui dovevamo dormire (ce ne siamo accorti solo la sera successiva!!!). La mattina seguente una volta entrati quello che è apparso davanti ai nostri occhi è stato meraviglioso, un paesaggio insolito nascosto tra gli alberi, ricco di angoli suggestivi e di affascinanti percorsi tra questi giganti della natura che non credevamo potessero esistere.

rock city

rock city

Info utili

Adrspach è raggiungibile in auto, in treno o in autobus anche da alcune città polacche, il parco è aperto tutto l’anno dalle 8:00 alle 18:00, il biglietto di entrata è di 4,5 euro (120 PNL), ed è suddiviso in tre percorsi, il primo di colore blu è lungo circa 1,5 chilometri e costeggia un lago color smeraldo in cui si specchiano le cime della Rock City, il secondo di colore verde è lungo circa 3,5 chilometri e permette di addentrarsi tra i complessi rocciosi, gli alberi, i corsi d’acqua e le cascate presenti nel parco; infine, il percorso giallo conduce a Teplické Skaly, un altro sito roccioso situato a Teplice, un paese limitrofo collegato ad Adrspach anche dal treno.

rock city

Il parco

All’interno del parco si trovano inoltre un laghetto artificiale che, da aprile a ottobre, è percorribile con delle zattere, una cascata alta 16 metri, raggiungibile attraverso un tunnel scavato nella roccia, il Grand Panorama, una terrazza rocciosa naturale circondata dalle formazioni più alte, oltre 100 metri, una porta gotica costruita nel 1839, originariamente l’entrata del parco e un busto di Goethe, per ricordare la visita dello scrittore nel 1790.  

rock city

rock city

rock city

A fine giornata i chilometri percorsi a piedi sono stati 18, includendo anche la camminata in mezzo al bosco che ci ha portati dal campeggio all’entrata del parco, ma la stanchezza è stata ripagata dalle bellissime immagini che la natura ci ha regalato, lasciamo quindi la Repubblica Ceca con le gambe a pezzi ma sicuramente con il nostro bagaglio di ricordi più carico di prima.

Hai già letto la prima tappa di questo viaggio in Europa? Non perdere la bellezza della valle Wachau in Austria (link all’articolo). 

Questo articolo è stato interessante? Non tenerlo per te, condividilo con i tuoi amici e iscriviti al nostro blog per rimanere aggiornato con i prossimi articoli!!!

Lascia un commento