Workaway, un modo alternativo di viaggiare

Workaway

Viaggiare, incontrare persone, scoprire culture, imparare cose nuove, visitare luoghi distanti dalle classiche mete turistiche, immergersi nello stile di vita locale… in una parola Workaway!!!

Dimenticate il classico viaggio con guida alla mano, preparatevi anzi a rimboccarvi le maniche, Workaway infatti è un modo alternativo di viaggiare e da la possibilità di avere vitto e alloggio in tutto il mondo in cambio di aiuto in famiglie e realtà locali, tutto a portata di un click. Basta registrarsi nel sito (link) e creare un account personale o di coppia, inserendo i propri dati, una descrizione accattivante che riassuma i vostri interessi, passioni, attitudini, competenze e capacità, aggiungeteci qualche foto e il gioco è fatto. Completato il profilo, potete iniziare a navigare selezionando il continente o stato in cui desiderate andare o le attività che vi piacerebbe svolgere. Una volta iscritti potete venire contattati anche dalle realtà ospitanti come famiglie, ostelli, fattorie, scuole, etc.; sicuramente una buona presentazione può aiutare a trovare più facilmente ospitalità.

Workaway non è solo un modo di viaggiare a basso costo risparmiando i soldi dell’alloggio, è ben altro!!! Workaway è l’opportunità di entrare in contatto con culture diverse, provare a vivere come la gente del posto vive, conoscere a fondo un luogo, la cultura locale, le abitudini, le tradizioni e le persone con le quali possono nascere legami di amicizia. Da la possibilità di vivere il tanto nominato “cultural shock”, cioè di vivere quella sensazione di smarrimento di fronte a realtà e stili di vita diversi o lontani dai propri, di mettersi in gioco, di misurare le proprie abilità, di imparare cose nuove o di praticarne altre che sicuramente non si farebbero nella vita di tutti i giorni e perché no, crea contatti per un potenziale trasferimento se state cercando lavoro all’estero. Tutto questo sicuramente renderà il vostro viaggio un’esperienza unica, difficile da scordare, porterete con voi non solo i ricordi dei luoghi visitati ma anche i momenti di condivisione vissuti con altre persone, le serate passate insieme a raccontare ognuno le proprie esperienze e i motivi che vi hanno portato in quel luogo.

Workaway

La nostra prima esperienza con Workaway l’abbiamo vissuta circa un mese fa in un villaggio sami a Nord del Circolo Polare Artico, in Finlandia precisamente a Ivalo. Abbiamo avuto la possibilità di lavorare in una compagnia che organizza gite con le slitte, abbiamo accudito e dato da mangiare a 20 cavalli finlandesi e 180 huskies siberiani, imparando molte cose, per esempio come ogni cane possiede una propria personalità e spetta a chi si prende cura di loro tenerne conto per il bene del “branco”. Ci hanno spiegato le differenze caratteriali e le caratteristiche che deve avere il capobranco, che a differenza di quello che pensavamo, non è sempre lo stesso ma può variare anche di anno in anno, ci hanno insegnato come vengono scelti i cani che trainano la slitta (partendo dalla slitta vengono posizionati i due cani più potenti e robusti, in mezzo ci sono solitamente due cuccioli intercambiabili, in prima fila troviamo i due cani più veloci e scattanti, uno di loro è anche il leader che guiderà tutto il gruppo e che viene accuratamente scelto durante le fasi di allenamento, infatti deve essere obbediente ma sveglio, pronto a rispondere ai comandi) e precisato che i cani problematici vengono allontanati momentaneamente e reinseriti gradualmente dopo diverso tempo, sempre per non rompere il delicato equilibrio che mantiene il branco unito. Attraverso questo Workaway, Martina ha cercato anche di superare la sua paura dei cani e in parte ci è riuscita rimanendo all’interno dei recinti per controllare che i cani non litigassero per il cibo, riuscendo anche ad accarezzarne qualcuno.

Workaway

Siamo arrivati un po’ dubbiosi perché era il nostro primo Workaway ma il tempo è passato velocemente e alla fine della settimana avremmo voluto fermarci più a lungo, abbiamo incontrato persone estremamente gentili che ci hanno accolto e ci hanno fatto sentire subito a casa, contribuendo a rendere unica e indimenticabile questa esperienza. 

Non perdere la nostra seconda esperienza Workaway in un villaggio di pescatori della Norvegia (link). 

 

Questo articolo è stato interessante? Non tenerlo per te, condividilo con i tuoi amici e iscriviti al nostro blog per rimanere aggiornato con i prossimi articoli!!!

Lascia un commento